Cral Consiglio regionale della Campania

 S T A T U T O 

ART.1) E’ costituita in Napoli, con sede presso l’Isola F/8 del Centro Direzionale, un’Associazione socio culturale senza fini di lucro denominata “CRAL DEL CONSIGLIO REGIONALE”.

ART.2) L’Associazione ha durata illimitata, non si propone fini di lucro ed è apartitica ed aconfessionale.

ART.3) L’Associazione si prefigge i seguenti scopi:

Valorizzare e migliorare il rapporto umano e sociale tra le istituzioni ed i lavoratori della Regione Campania, compresi quelli già in trattamento di quiescenza ed i loro nuclei familiari nonché promuovere l’arricchimento culturale e sociale di tutti i soci, attraverso iniziative di ogni genere avendo particolare riguardo alla fruizione di servizi ed opportunità per una sana vivibilità del tempo libero.

ART.4) Il numero dei soci è illimitato. Possono essere soci tutti i dipendenti ed ex dipendenti del Consiglio regionale della Campania, della Giunta regionale della Campania e dei dipendenti di tutti gli Enti Strumentali della Regione Campania e loro familiari, che ne faranno richiesta scritta, che sarà sottoposta all’approvazione del Consiglio Direttivo. I soci sono tenuti alla corresponsione delle quote annuali o mensili nella misura stabilita dal Consiglio Direttivo ed alla osservanza del presente Statuto e di tutte le deliberazioni dell’Assemblea dei soci del Consiglio Direttivo e del Presidente.

ART.5) l’Associazione comprende le seguenti categorie dei soci: Soci Ordinari, Soci Sostenitori e Soci Onorari.

Il Consiglio Direttivo o il Presidente possono chiamare a far parte della categoria soci “Soci Onorari” persone che hanno svolto o svolgono attività particolarmente interessanti e rilevanti per le finalità dell’Associazione.

ART.6) Il Consiglio Direttivo può escludere il socio che non rispetti lo Statuto, i deliberati dell’Assemblea dei soci, del Consiglio Direttivo e del Presidente, o danneggi moralmente o materialmente in qualunque modo l’Associazione. Il socio escluso non ha diritto al rimborso della quota annuale o mensile versata.

Non possono far parte del Consiglio Direttivo persone o soci che svolgono medesimo ruolo o incarichi di qualsiasi responsabilità in altre Associazioni.
I soci che intendono recedere dall’Associazione devono darne comunicazione scritta alla sede due mesi prima dell’esercizio finanziario, così come indicato sui modelli di adesione.

ART.7) Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo il Presidente.

ART.8) L’Assemblea è costituita da tutti i soci, iscritti dall’anno precedente e che siano in regola con il versamento delle quote sociali. L’Assemblea è indetta in sessione ordinaria almeno una volta all’anno. Sarà, invece, indetta in sessione straordinaria ogni qualvolta il Consiglio Direttivo o il Presidente lo ritengano opportuno. La convocazione è fatta dal Presidente mediante affissioni, nelle bacheche preposte, contenenti gli argomenti posti all’ordine del giorno, almeno quindici giorni prima della data fissata per la riunione. I deliberati dell’Assemblea sono presi a maggioranza dei voti con la presenza di almeno la metà degli associati in prima convocazione; mentre in seconda convocazione i deliberati sono validi qualunque sia il numero dei soci intervenuti.

L’Assemblea provvede inoltre ad esercitare un potere consultivo e propositivo attraverso interpellanze in forma scritta al Consiglio Direttivo, il quale è tenuto a pronunciarsi in merito e sempre in forma scritta.

ART.9) Il Consiglio Direttivo è composto da sette a quindici membri, ivi compreso il Presidente dell’Associazione, eletti ogni cinque anni dall’Assemblea dei soci. Esso può deliberare validamente con la presenza di tutti i consiglieri e con la maggioranza assoluta in prima convocazione, ed in seconda convocazione con la maggioranza relativa su tutti gli aspetti inerenti l’organizzazione e l’attività dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno tre volte all’anno su convocazione del Presidente. La carica di Consigliere è totalmente gratuita. Il membro che non partecipa a cinque riunioni consecutive del Consiglio, senza giustificato motivo, decade automaticamente dalla carica e viene sostituito dal primo dei non eletti. Ogni membro del Consiglio Direttivo può essere rieletto senza limiti di tempo.

ART.10) Il Presidente dell’Associazione rappresenta la stessa nei suoi rapporti esterni con i terzi, rappresenta l’Ente in giudizio e ne costituisce il legale rappresentante, vigila e controlla gli organi dell’Associazione, convoca e presiede le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, cura l’amministrazione ordinaria e straordinaria del Patrimonio. In caso di assenza o di impedimento grave, è sostituito o dal vice Presidente o da un membro del Consiglio Direttivo più anziano per gli atti di ordinaria amministrazione. Il Presidente dura in carica cinque anni e può essere rieletto senza limiti di tempo. Anche la carica del Presidente è totalmente gratuita.

ART.11) Il Patrimonio dell’Associazione è costituito:

a) dall’introito delle quote sociali;
b) dal contributo erogato dal Consiglio Regionale della Campania.
c) dalle elargizioni, donazioni, lasciti, contributi ad opera di soci, di simpatizzanti nonché di Enti di qualsiasi natura.
Esso deve essere destinato esclusivamente ai fini e per gli scopi di cui all’art.3.

ART.12) L’Esercizio finanziario si apre il primo gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

ART.13) In caso di scioglimento dell’Associazione, che può deciso dal Consiglio Direttivo con l’unanimità dei voti, il Presidente nominerà uno o più liquidatori, stabilendone i poteri.

ART.14) Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto, troveranno applicazione le norme del codice civile che disciplinano la materia.

Delibera dell’assemblea dei Soci dell’Associazione del “CRAL DEL CONSIGLIO REGIONALE” della Campania, che all’unanimità dei soci e con la presenza della totalità degli stessi, presa nella tornata del giorno 3 del mese di settembre 2002 alle ore 16,00 in seconda convocazione come da verbale, ha integrato l’art.5 del presente Statuto aggiungendo ai soci ordinari, sostenitori ed onorari le seguenti categorie:

Categoria di socio: “Socio Sostenitore Onorario”, nelle persone dei Signori Consiglieri Regionali, per l’importante contributo sociale che possono svolgere per le finalità dell’Associazione. La quota mensile, per i suddetti soci, è stabilita in € 10,33 e può essere corrisposta anche con ritenute mensili sulle proprie competenze mediante sottoscrizione di apposita delega autorizzativa.

Categoria di socio: “Socio Comandato”, nelle persone comandate presso il Consiglio Regionale della Campania da altri Enti Pubblici. La quota annuale, per i suddetti soci, è stabilita in € 24,87, come per i soci ordinari dall’art.3 dell’Atto Costitutivo dell’Associazione, e può essere corrisposta, mediante sottoscrizione di apposita delega autorizzativa, anche pro-manibus, versandola, al Presidente o al Tesoriere, in due rate semestrali oppure in un'unica soluzione.

 

Scarica lo Statuto in PDF